lamiafelicita.com - Emozioni e crescita personale

Emozioni e crescita personale. Ecco come le emozioni possono giocare a tuo favore o contro di te

La gestione delle emozioni rappresenta da sempre un fattore molto importante nella vita delle persone. Questa capacità, spesso, varia con il trascorrere del tempo ed è legata non soltanto a fattori caratteriali ma anche ad aspetti ambientali, sociali, in una sola parola contestuali.

Parleremo, dunque, delle emozioni e di come esse siano strettamente collegate al processo di maturazione e di crescita dell’individuo.

Le emozioni e il loro legame con l’esperienza e gli eventi che ci circondano

Un’emozione non è qualcosa di oggettivo e di definito ma cambia continuamente da soggetto a soggetto. Bisogna considerare che siamo noi ad attribuire significato alle esperienze ed agli eventi che ci circondano.

La crescita dell’individuo si verifica quando egli è in grado di assumere un maggiore controllo sugli eventi che si verificano e, dunque, quando è capace di non lasciarsi guidare, nei propri comportamenti e nelle proprie azioni, solo ed esclusivamente dalle emozioni. Ovviamente, al mondo esistono emozioni positive ed emozioni negative.

Le prime sono quelle che, spesso, ci spingono a comportarci nella maniera migliore. Le seconde, al contrario, sono più pericolose perché potrebbero portarci a reagire male e a perdere momentaneamente il controllo, agendo sotto la spinta dell’istinto piuttosto che della razionalità.

Emozioni e crescita personale: la sfera giovanile

Lamiafelicita.com - crescita personaleUna tappa fondamentale nel percorso di crescita e di cambiamento di una persona è l’adolescenza. Già nel momento del passaggio dalla fase dell’infanzia a quella dell’adolescenza si ha la tendenza ad avere un controllo maggiore delle emozioni. Siamo, però, ad un livello ancora non molto alto di autocontrollo.

Sappiamo bene quanto possa essere fragile e complicata questa fase, sotto tanti punti di vista. La fase dell’adolescenza è quella in cui le emozioni spesso hanno il sopravvento e sono, spesso, il criterio fondamentale che ci guida nelle nostre scelte.

Già nella fase dell’adolescenza si comincia a notare la crescita o meno di un individuo. Se in questa fase la persona è in grado di prendere decisioni in maniera ponderata ed indipendente allora è probabile che il percorso di crescita sia a buon punto.

Siamo abituati a pensare al raggiungimento della maturità come a quel momento in cui l’individuo si dimostra in grado di distaccarsi dall’ambiente familiare di provenienza per andare a vivere da solo o, comunque, per andare a creare una nuova famiglia.

La difficoltà di pensare al proprio futuro

Non sempre è facile compiere le scelte che riguardano il proprio futuro. Anche quando le scelte si compiono con il massimo della razionalità gli individui continuano a porsi domande e a chiedersi se le decisioni prese siano state quelle giuste oppure no.

Pensare al proprio futuro e agire in questa direzione è una tappa importante nell’ulteriore percorso di crescita di un individuo che si appresta, finalmente, ad entrare nel mondo degli adulti.

E’ difficile dire con precisione quando debba verificarsi questo cambiamento. Ogni individuo si rapporta al proprio futuro in maniera diversa rispetto a un altro, a seconda delle proprie esperienze e del contesto in cui si vive.

Il ruolo delle emozioni in tutto questo percorso resta importante. Decidere troppo con la testa e poco con il cuore spesso si rivela corretto ma rischia di dar poco peso ai sentimenti che, non va dimenticato, rappresentano una componente fondamentale della vita quotidiana.

Al contrario, prendere decisioni in maniera istintiva, dando la precedenza alle emozioni piuttosto che alla mente, può rivelarsi poco prudente. La verità, come spesso accade, sta nel mezzo.

 

LETTURA CONSIGLIATA

Sviluppa la tua personalità. Come capire gli altri conoscendo se stessi

 

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

lamiafelicita.com - la meditazione e la felicità

La meditazione e la felicità spirituale

La meditazione spirituale

Nel percorso di crescita spirituale, la meditazione occupa un ruolo importantissimo; essa ci mostra la via per raggiungere la crescita vera e propria (non solo spirituale). Ci insegna come comportarci in ogni situazione della nostra vita, ci consiglia, ci conforta, ci incoraggia ad andare avanti e finalmente alimenta e fortifica il nostro spirito.

 

Cos’è la meditazione? 

La meditazione non è altro che pensare, ragionare, esaminare, riflettere e valutare  accuratamente qualcosa.

Dal dizionario:

1 considerare con profonda attenzione un oggetto, un’idea, un argomento, ecc. 2 riflettere 3 fermare a lungo e con attenzione la mente sopra un oggetto, un’idea, un argomento, ecc., per intenderli e indagarli 4 preparare nella mente qualcosa che si intende realizzare; progettare.

Che tipo di meditazione devo fare?

  •  Meditazioni online

Se vai su google e scrivi meditazione i risultati saranno infiniti e nel dubbio, probabilmente, farai due cose:

– Cliccherai su una delle prime opzioni.

– Non cliccherai su neanche una di esse.

  • Libri di meditazione

Se entri in libreria per cercare un libro che tratti tale argomento, ne troverai minimo una decina. Se sei un po’ tranquillo e “facilone”  (senza offesa) prenderai quello con la copertina più bella (non sentirti scemo perché i grafici l’hanno fatto apposta) oppure prenderai quello con il prezzo più basso. Se invece sei un tipo molto riflessivo e lento a prendere decisioni, sicuramente non prenderai nulla.

  • Ecco il grande manuale di meditazione

Il manuale di meditazione più efficace, perfetto e fatto su misura per te, probabilmente c’è l’hai a casa! Eh si, magari ce l’hai lì dimenticato, ma c’è l’hai!

 

Ecco il tuo manuale, l’hai trovato!? E’ la tua Bibbia! Magari vecchia e impolverata. Proprio quella! Sì, sì non è uno scherzo!

Ora che l’hai presa, dalle una pulitina prima che ti venga l’allergia, ok?

 bibbia- la vera meditazione

Se sei sicuro di non avere una Bibbia a casa, sotto metterò dei link dove la puoi trovare per acquistarla o semplicemente consultarla.

 

Ti indico un passo della Bibbia, dove parla molto bene della meditazione e dei suoi benefici; ci sono tanti altri testi ma questo è proprio specifico.

 

“Non trascurare mai la lettura del libro della legge (La Bibbia): meditala giorno e notte e mettila in pratica; allora riuscirai bene in ogni tuo progetto.”  Giosuè 1: 8

 

Ecco cos’è la vera meditazione, quella che ti cambia la vita in tutte le aree, ed è l’unico metodo capace di farti del bene a 360° perché raggiunge il corpo, l’anima e lo spirito. E questo nessuno lo può fare con successo. Lascia perdere tutti quelli che si presentano come il Padre Eterno! Il vero Padre Eterno lo trovi nella Bibbia.

 

Se apri ancora la tua Bibbia in Ebrei 4:12 troverai questo testo molto illuminante.

“La parola di Dio, infatti, è viva ed efficace. È più tagliente di qualunque spada a doppio taglio. Penetra a fondo, fino al punto dove si incontrano l’anima e lo spirito, fin là dove si toccano le giunture e le midolla. Conosce e giudica anche i sentimenti e i pensieri del cuore.”

Sinceramente non credo che su google o negli altri libri troverei un metodo più completo di questo. Alla fine ciò che vogliamo sono risultati concreti, giusto? Magari hai già provato un’infinità di cose, non voglio farti perdere altro tempo. Ti consiglio questo perché è sicuro, l’ho già provato e riprovato più volte in più di 20 anni.

“Il più grande dono che Dio ha fatto all’uomo è la Bibbia.” 

ABraham Lincoln

Io penso che sia inutile fare certi tipi di meditazione che non arrivano fino in fondo alla complessità del tuo essere. E’ perdere tempo e soldi! Se abbiamo detto dall’inizio che la nostra felicità si trova nel fatto che dobbiamo considerare ed equilibrare la nostra persona tridimensionale, formata da corpo, anima e spirito, e che consideriamo questo fattore così indispensabile alla nostra felicità, non credo che gli altri metodi siano più efficienti di questo che ti sto indicando…lo faccio anche ad occhi chiusi per la sicurezza che ho.

 La Bibbia e la meditazione

Perché ti ho indicato il metodo biblico? Perché come ti dicevo negli altri articoli è il Diario del Grande Creatore dell’Universo, cioè di Dio. Lì sta scritto tutto su tutto. Dall’inizio del mondo fino alla fine che avrà, dalla creazione dell’Universo fino alla creazione degli essere umani. Se ragioniamo bene, possiamo e dobbiamo considerare la Bibbia come manuale di istruzione per la nostra felicità.

 

 La Bibbia è stata scritta dagli uomini

Tu pensi che la Bibbia sia stata scritta dagli uomini?  E i libri che leggi tu e che spesso  sono contrari alla Bibbia e non ti fanno tutto il bene che promettono, da chi sono scritti???

Sinceramente non ho mai sentito dire che un animale ha scritto un libro. Quindi è logico che la Bibbia è stata scritta dagli uomini ma essi erano ispirati da Dio; questi uomini avevano il loro spirito collegato allo Spirito di Dio ed erano in grado di conoscere il cuore di Dio per poi trascrivere ciò che Lui ispirava loro. E gli uomini che scrivono i libri che leggi tu da chi sono spirati? Che propositi hanno e dove vogliono portarti?  Queste sono questioni importanti, dato che parliamo della tua felicità. Se hai già risvegliato il tuo spirito e lo hai collegato a Dio, sarà Lui stesso a confermarti ciò che hai appena letto. Quindi ti incoraggio ad andare avanti.

Scegli la meditazione che ti connette a Dio

Questo tipo di meditazione è uno dei principali modi di essere influenzati da Dio ad essere un vincente nella vita spirituale e anche in quella di tutti i giorni. Pratica questo metodo e avrai dei cambiamenti reali e concreti. Coloro che ti conoscono inizieranno a dire che ti vedono diverso in senso positivo.

E’ il produttore a conoscere a pieno i suoi prodotti

Se hai comprato un prodotto nuovo, da chi vai a chiedere il manuale?

Dal produttore! E’ una cosa logica. Quindi se vogliamo fare una meditazione che porti al successo della nostra vita fisica, emotiva e spirituale dobbiamo leggere il manuale che ci ha lasciato il nostro Creatore. Lui ci conosce di più di qualsiasi altro.  Leggi ancora un pezzo del Suo manuale. Ebrei 4:13 

E non v’è nessuna creatura che possa nascondersi davanti a lui; ma tutte le cose sono nude e scoperte davanti agli occhi di colui al quale dobbiamo render conto.”

 

Come fare questa meditazione?

Per iniziare ti bastano 15 minuti al giorno.

  • Parla con Dio. Inizia parlando con Dio tramite Gesù, chiedi a Lui di illuminarti e condurti al livello superiore di felicità riservata alla tua giornata.
  • Leggi sulla vita e opera di Gesù. Inizia con un capitolo al giorno del Vangelo di Giovanni.
  • Pensa, ragiona, esamina, rifletti, valuta accuratamente ciò che hai letto sulla Bibbia e chiedi a Gesù di farti capire come applicare tutto ciò alla tua vita in modo tale da raccogliere il beneficio di quella meditazione. Porta nel tuo cuore la meditazione quotidiana durante tutta la tua giornata. E vedrai che Dio continuerà a parlare al tuo spirito.
  • Sii costante e fallo tutti i giorni e vedrai che nella tua vita inizieranno a succedere delle cose incredibili! Avrai la mente più lucida e lo spirito più forte per vincere le sfide della vita. E allora la tua felicità sarà una conseguenza certa.

Letture consigliate: Vangelo di Giovanni.  

Dai, inizia subito. E poi scrivimi, d’accordo?

 

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

 

Attività fisica – La tua felicità dipende pure da questo. lamiafelicita.com

Attività fisica – La tua felicità dipende pure da questo. Scoprilo subito

L’attività fisica è un elemento essenziale nella vita di ogni uomo. Lo sport aiuta a stare meglio con se stessi, a rimanere in forma e ad avere un atteggiamento ottimista e positivo nei confronti della vita quotidiana. Un’esistenza troppo sedentaria, al contrario, si rivela, spesso, controproducente ed è tra le concause di malesseri non solo fisici ma anche psichici.

Attività fisica: ecco come mantenersi in forma ogni giorno

L’attività fisica non va intesa soltanto dal punto di vista sportivo, nel senso che non è necessario praticare uno sport per tenersi in forma e abbandonare la vita sedentaria. Certo, è normale che lo sport, alcune discipline in particolare, si rivelano veramente importanti per il benessere del corpo.

Pensiamo, ad esempio, al nuoto, sport che viene consigliato dalla maggior parte degli esperti perché consente di sviluppare i muscoli di tutto il corpo e può aiutare a risolvere anche alcune patologie.

Camminare di più a piedi e di meno con l’automobile

ATTIVITA FISICA - lamiafelicita.comPer svolgere attività fisica si potrebbe anche semplicemente fare una passeggiata. Camminare per circa trenta minuti al giorno potrebbe essere la soluzione ideale per chi non ha il tempo o la voglia di praticare una disciplina sportiva. Bisognerebbe, innanzitutto, avere il coraggio di abbandonare, quando possibile, le automobili e camminare a piedi. Ne gioverebbe non soltanto la salute e il benessere del corpo ma anche l’ambiente!

Attività fisica anche a casa: ecco come fare

Se, per qualunque motivo, non dovesse essere possibile fare una passeggiata a piedi allora si potrebbe optare per degli esercizi fisici anche a casa. Non è necessario acquistare attrezzi o strumenti tipici delle palestre. Basterebbe, ad esempio, fare un po’ di streching, qualche flessione o, comunque, tutti quegli esercizi che non necessitano di alcuna attrezzatura, se non di un minimo di spazio e di un po’ di buona volontà.

Se in casa ci sono delle attrezzature ovviamente meglio utilizzarle. In molte abitazioni spesso ci sono i cosiddetti tapis roulant, dei tappetini che permettono di camminare o di correre rimanendo fermi e che, nello stesso tempo, consentono di svolgere anche qualche altra attività, come ascoltare la musica, guardare la televisione e molto altro ancora.

Come l’attività fisica aiuta a stare meglio con se stessi

L’attività fisica può rivelarsi un toccasana per la salute umana per diversi motivi. Innanzitutto, dal punto di vista strettamente biologico, c’è da dire che più si è in movimento, maggiori sono le calorie che si bruciano. Di conseguenza, è più facile mantenere in buone condizioni gli organi principali del corpo umano, nonché le funzioni vitali.

Solitamente, chi fa molta attività fisica dorme meglio rispetto a chi, durante la giornata, tende a rimanere fermo su una sedia o, comunque, a spostarsi soprattutto con automobili e altri mezzi. Chi fa sport potrebbe, inoltre, confermare quella sensazione di benessere che si prova dopo essersi sottoposti a una performance sportiva o, comunque, a un’attività fisica dispendiosa.

Al contrario, meno sport si fa e più grande rischia di essere la sensazione di stanchezza o di stress che si prova nel corso delle giornate. Stati d’animo che, ovviamente, rischiano di appartenere in misura ancora maggiore a chi già soffre di particolari problemi psichici o a chi è in sovrappeso.

Approfondisci:

I sette pilastri della salute. Come migliorare la tua salute in modo naturale.

La dieta del supermetabolismo.

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

Impara a mangiare. Tu non sei la pattumiera dell’umido!

Tu sei un essere vivente che hai bisogno di essere nutrito di alimenti altrettanto vivi perché il tuo organismo produca più vitalità e salute.

Continua a leggere

8 settimane per imparare a mangiare più frutta e verdura. Ecco i consigli pratici!

L’alimentazione è un investimento, se la tua alimentazione è corretta raccoglierai i benefici del benessere fisico ed emotivo ma se farai altrimenti i risultati saranno contrari.

Continua a leggere

Autostima

L’autostima è il sentimento di fiducia in sé stessi che ci guida nelle nostre azioni durante tutta la vita. Da quando nasciamo fino al giorno della nostra morte ci evolviamo sia a livello emotivo, sia a livello comportamentale. Se ad un certo punto inizi ad arrenderti al pensiero negativo, a lungo andare potresti cadere nel tunnel dei problemi di autostima.

La bassa autostima 

I'm okA tutti sarà capitato prima o poi di volersi solamente fare da parte al posto di affrontare e risolvere i problemi. Tutti avranno provato quel odioso sentimento di inadeguatezza quando non si ottengono i risultati sperati o ancora molti di noi avranno provato paura di fallire nell’affrontare le situazioni che ci si propongono giorno dopo giorno.

Questi sentimenti e comportamenti denotano un problema di bassa autostima o comunque una momentanea sfiducia in sé stessi.

Ci sono diverse cause per questi problemi di autostima, che possono essere molteplici e vanno dalla nostra reazione ai problemi fino ad arrivare alle esperienze pregresse.

Le maggiori sono sicuramente:

-Aspettative troppo alte da parte dei genitori

-Distacco dai genitori

-Una perdita/un trauma importante durante l’infanzia

-Attitudine al sottovalutarsi

Come è facile notare la maggior parte di queste cause affonda le proprie radici nel profondo dell’individuo e nasce già dall’infanzia. Dal momento che, come ti dicevo prima questi problemi sono legati al passato, puoi accantonarli o affrontarli per risolvere gran parte i tuoi problemi di fiducia.

Come risolvere i problemi causati dalla bassa autostima 

insicurezza

Per risolvere queste situazioni ci sono alcuni accorgimenti che puoi applicare:

  • Analizza le situazioni

Spesso capita di fasciarci la testa ancora prima di romperla! Pensa attentamente a quello che ti sta accadendo attorno e prima di sentirti rifiutato o impaurito chiediti se le cose stanno davvero andando come pensi o se te lo stai solo immaginando. Spesso questi problemi nascono da incomprensioni.

  • Cambia la tua visione di te stesso

Se non ti senti all’altezza di una situazione è perché la tua idea di te stesso non è all’altezza della situazione, non necessariamente tu. È necessario che tu ti chieda “come posso migliorare la mia idea di me stesso oggi?” una volta che ti sentirai bene con te stesso sarà più facile applicare questa regola aurea a tutte le relazioni umane con domande tipo: “come posso migliorare l’idea che hanno i miei cari di me?” oppure “come posso migliorare l’idea che hanno i miei conoscenti di me?”.

  • Cambia i tuoi approcci alle cose

Come dicevo prima spesso capita di chiudersi come reazione alle cose. Non c’è nulla di più sbagliato, se vedi che questa situazione si ripete troppo spesso, è necessario che tu ti sforzi a cambiarla! Una volta riuscito ad immaginarti un te stesso più sicuro sarà facile fare dei piccoli sforzi per oltrepassare le barriere che altrimenti ti avrebbero fermato. Un piccolo consiglio nell’approcciarci con le persone è quello di ascoltare. Se ascolti quello che l’altra parte ti dice, riuscirai a capirlo/a meglio e dunque ad interfacciartici senza problemi.

Conclusione 

Detto questo, so che non ti sarà facile migliorare di punto in bianco e non dovresti nemmeno provare a farlo, potrebbe risultare dannoso. Quello che puoi fare invece è fare piccoli passi ogni giorno verso un te stesso migliore sfruttando tutti i consigli che ti ho dato fino ad ora. Potrà non essere facile ma vedrai che con un po’ di impegno e costanza riuscirai ad ottenere i risultati sperati.

Tutto sommato quello che devi fare è abbandonare le tue abitudini che ti portavano a stare in disparte, per farlo un utile consiglio è: atteggiati come se non avessi paura.

Semplicemente sorridi e mostrati sicuro, anche se all’inizio potresti dover fingere, presto ti accorgerai che entrerà nel tuo modo di fare e riuscirai meglio ad apprezzarti e ad essere apprezzato.

In fine posso dirti solo un’ultima cosa, fissa degli obiettivi e seguili! Qualunque cosa ti stia ostacolando non è veramente dalla tua parte e nel limite del possibile dovresti provare ad evitarla, persone o faccende che siano.

Condividi questo post, può rendere felice qualcuno ?

Ridere, ridere, ridere… Che senso ha?

Scopri i benefici della felicità.

“Un cuore allegro è una buona medicina”

 Prov. 17:22

Ridi che ti passa!

La felicità è una delle chiavi per beneficiare di una vita durevole e carica di soddisfazioni. Ricerche dimostrano che le persone felici hanno meno problemi di salute. Inoltre, le persone felici hanno una soglia del dolore più alta rispetto a coloro che sono tristi.

Quando ridi nel tuo cervello vengono rilasciate delle potentissime sostanze chimiche chiamate endorfine, esse innescano una sensazione di benessere in tutto il corpo e alleviano il dolore.

La ricerca di Norman Cousins presso il Dipartamento di Medicina Comportamentale dell’UCLA Medical School, dimostrò in maniera definitiva che ridere, essere felici e gioiosi sono dei veri e propri antidoti contro lo stress.

Una risata di cuore ti può aiutare a:

  • Ridurre lo stress
  • Abbassare la pressione
  • Sollevare l’umore
  • Rafforzare il sistema immunitario
  • Migliorare le funzioni cerebrali
  • Proteggere il cuore
  • Connetterti con gli altri
  • Favorire il rilassamento immediato
  • Sentirti bene

Ecco come sono le persone felici

  • Ricordati di sorridere!

    Ricordati di sorridere!

    Sono più efficaci nel mettere a frutto la loro intelligenza.

  • Si relazionano meglio con loro stessi e con gli altri.
  • Hanno la tendenza ad essere più gentili con gli altri.
  • Hanno più facilità ad esprimere empatìa.
  • Gli studenti felici, rendono meglio negli studi.
  • Hanno più amici e rapporti sociali migliori rispetto a coloro che sono infelici.
  • Hanno più speranza e forza per affrontare le difficoltà della vita.

Io non sono scemo da ridere anche quando ho un problema!

Non so tu ma io spesso sento commenti del tipo:

– Sorridere non risolve il mio problema!

– Cosa vuoi che faccia? Hai visto il mio problema, l’hai misurato? Non ho nessun motivo per gioire!

– Io devo risolvere questo problema e magari dopo potrò ridere come uno scemo!

– Ecc, ecc… Possiamo andare verso l’infinito.

Facciamo insieme un ragionamento

Osserva te stesso oppure qualcuno che conosci che dice spesso le frasi sopra citate. Secondo te il fatto di essere tristi, depressi, lamentoni e a volta anche scontrosi ti ha aiutato in qualcosa? Questo modo di fare ha mai aiutato qualcuno a risolvere i problemi della vita, restando felici e in salute? Dillo sinceramente, nessuno ti sentirà.

Non è forse vero che questa abitudine così diffusa ti porta ulteriori problemi e anche un pacchetto di malessere fisico? Io credo che le cose stanno proprio così come ti dico,  perché anch’io io ci sono passata e vedo che tanti si trovano ancora nella stessa situazione.

Presta bene attenzione

Se questo modo di fare è negativo e ti porta ulteriori problemi, anziché risolvere quelli esistenti, allora perché continuare a vivere così? Perché non cambiare modo di fare per ottenere risultati migliori? Cosa ti costa?

Per quello che mi riguarda cerco di tenermi ben stretta la gioia. E vedo tantissimi benefici che essa mi porta nel fisico e nelle emozioni. E quando ho un problema cosa faccio? Cerco di risolverlo con la gioia, lo analizzo e considero bene la situazione, cercando gli strumenti giusti per gestirlo del modo più adeguato. Così facendo posso garantirti che la gioia è un fortissima alleato. Essa mi dà forza!

Ecco il consiglio finale

Il dottore Don Colbert nel suo libro I sette pilastri della salute, scrive così:

“Ti incoraggio a rendere la felicità un’abitudine, invece di avere l’abitudine di preoccuparti. La tua felicità non è alla mercé delle persone che ti circondano, né delle circostanze e degli eventi della vita. Un cuore allegro è la tua migliore arma contro lo stress. Per ulteriori informazioni su quest’argomento fare riferimento al mio libro Deadly Emotions.”

Condividi questo post, può rendere felice qualcuno 😉

 

 

Alimentazione e felicità, i consigli pratici!

Seguire le regole dettate dalla natura, queste ci rendono sani e inevitabilmente più felici.
Continua a leggere

Cos’è la Felicità?

La felicità

cropped-LA-MIA-FELICITA-logo-piccolo.png

è poter godere di buona salute fisica, emotiva e spirituale. Questo non vuol dire non ammalarsi mai e non avere nessun problema emotivo o spirituale. Vuol dire avere l’equilibrio di queste tre parti così importanti che compongono l’essere umano e che, se ben gestite ed equilibrate, ci permettono di essere DAVVERO FELICI. Infatti noi siamo l’insieme di corpo (il nostro fisico), anima (il centro delle nostre emozioni e personalità) e spirito (la parte più importante, invisibile ma che ci permette di collegarci con il mondo spirituale).

Il corpo 

Il corpo ricopre ciò che siamo veramente, il nostro vero Io. In parole povere possiamo chiamare il corpo l’imballaggio del prodotto stesso, cioè ha il principale scopo di ricoprire quello che siamo interiormente. E con questo corpo riusciamo a interagire con il mondo esterno; basta pensare ai nostri cinque sensi (palato, tatto, olfatto, udito, vista) per renderci bene conto di cos’è il nostro corpo e del ruolo che svolge.  

L’anima invece che cos’è? 

Siamo esseri tridimensionali, il nostro corpo ci porta ovunque vogliamo andare in questo mondo terreno…e l’anima invece cosa fa? Dov’è? Cos’è?

L’anima è la sede della nostra personalità ed essa si sviluppa a pari passo con lo sviluppo del corpo. In essa sono raggruppate tutte le nostre emozioni (positive e negative), le nostre decisioni, il nostro intelletto e la nostra volontà.

Un esempio chiaro è quello della nostra infanzia: quando eravamo piccoli con la personalità ancora non ben formata, facevamo cose a cui stentiamo persino a credere! Ci veniva da piangere per una caramella o altre cose che adesso ci sembrano un motivo banale; i capricci che facevamo, le volte in cui magari ci buttavamo a terra per protestare, ecc… Tutti questi modi di fare erano la nostra anima infantile che condizionava il comportamento del nostro corpo.

L’anima è vero che non la vediamo ma le sue azioni si vedono eccome! 

I TRE SEGRETI DELLA FELICITA - BANNER LUNGO

Lo spirito

Lo spirito è la nostra parte invisibile, invisibile per davvero. Praticamente lo si deve svegliare per notare la sua presenza. Nonostante ciò questa è la parte più nobile del nostro essere.

Te lo stai chiedendo: Perché è così importante se non lo vedo neanche?

Te lo dico subito

LAMPADINA CIELOLo spirito lo possiamo paragonare ad una lampadina che dà luce, calore e senso alle nostre vite, ma se non è collegata ad una fonte di energia superiore non può esercitare la sua funzione principale. Così come la lampadina sarebbe completamente inutile senza la corrente elettrica, anche il tuo spirito non può adempiere al suo scopo e non può essere vivo senza essere collegato ad uno spirito superiore al tuo.

Albert Einstein ha accennato qualcosa in merito a questo:

Chiunque sia veramente impegnato nel lavoro scientifico si convince che le leggi della natura manifestano l'esistenza di uno spirito immensamente superiore a quello dell'uomo, e di fronte al quale noi, con le nostre modeste facoltà, dobbiamo essere umili

Albert Einstein

“Chiunque sia veramente impegnato nel lavoro scientifico si convince che le leggi della natura manifestano l’esistenza di uno spirito immensamente superiore a quello dell’uomo, e di fronte al quale noi, con le nostre modeste facoltà, dobbiamo essere umili”.

La mia felicità spirituale si riassume nel fatto che ho collegato il mio spirito a questo spirito infinitamente superiore al mio che gli ha donato vita, luce e calore. Così mi sento veramente felice e completata in tutte le parti del mio essere. Meno male, dai 😉

E tu a che punto sei? Indipendentemente dal punto in cui ti trovi, rimani con me in questa strada verso la completa felicità. Non te ne pentirai!

Concludo 

L’ultima cosa che ti dico è questa. La felicità la troverai nell’unità!

Tu sei tridimensionale? Sì. Sei composto di tre parti? Sì.

Allora non vivere come se ciò non fosse vero. Come se esistesse solo il corpo, o solo l’anima o solo lo spirito. Non funzionerà mai! Non cercare di dividere ciò che è unito per natura.

Ci sono persone che fanno tutto per il benessere fisico e nulla per la mente e per lo spirito. Lo noti anche tu che c’è qualcosa che non va, a loro manca qualcosa. E invece ci sono altre che fanno tutto per il benessere emotivo e intellettuale: studiando tanto, lavorano tanto, curano anche altri aspetti collegati alla loro anima, ma trascurano il corpo. Scommetto che conosci qualcuno così. Se questo qualcuno sei tu, sono contenta che stai leggendo queste righe perché sei sulla strada del tuo miglioramento. 

Questo terzo tipo di persona è più difficile da individuare subito. Curano tanto il corpo (salute, apparenza) e l’anima (intelletto, personalità, ecc) ma allo spirito non danno la minima attenzione. Sono quelli che dicono:

“Ho tutto per essere felice e invece non lo sono!”

Dai la giusta attenzione alla tua totalità come essere e allora troverai la vera felicità.

 

LETTURE CONSIGLIATE:

 

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!