donna - felicità - tempo libero - mamma

Donna, ora puoi conquistare la felicità!

donna - felicità - tempo libero - mamma

Non è facile per la donna raggiungere il benessere interiore in una vita caratterizzata da un ritmo frenetico e nella quale sono poche le pause che è possibile concedersi. Le donne che tengono molto alla loro forma fisica non sanno che basterebbe davvero poco per stare bene con se stesse ed essere felici.

Certo, il discorso relativo al benessere dipende da tanti fattori e non sempre è facile conciliarli tutti. Cercherò di fornire un percorso che è possibile intraprendere per raggiungere il benessere fisico e psichico e per approcciare ogni giorno alla vita con uno spirito positivo ed entusiasta.

 

L’attenzione verso la famiglia

felicità della donna - supermamma

Sappiamo tutti quanto sia importante il ruolo svolto dalla donna in ambito familiare. La donna sente attorno a sé molta responsabilità sia per quanto concerne la gestione del rapporto con il proprio partner, sia per quanto riguarda i figli. Una donna, specie quando diventa mamma, vive grandi momenti di stress per la paura di non riuscire a dare il massimo e a tenere sotto controllo la situazione.

Il consiglio che posso dare è di fissare delle regole semplici ma che tutti i componenti della famiglia devono rispettare. Inoltre, è importante dialogare molto sia con i figli che con il partner. Oggi, si tende a parlare poco ed è anche per questo che molte famiglie si sfasciano. Più ci si parla e più è facile essere ascoltati e trovare un punto d’intesa.

 

Donna e felicità: alimentazione e sport

I TRE SEGRETI DELLA FELICITA - BANNER LUNGO

Se una donna vuole raggiungere la felicità deve anche poter usufruire di spazi che le servono per rilassarsi e per trovare una sorta di appagamento. Fare sport e attività fisica è fondamentale per la donna. In passato, si riteneva che lo sport fosse un’attività praticabile soprattutto dagli uomini.

Oggi non è più così. Anche la donna vuole fare sport. Se non avete la passione per uno sport in particolare non perdetevi d’animo. Anche una passeggiata a piedi, magari in compagnia di un’amica, potrebbe essere la soluzione giusta per staccare temporaneamente la spina e concedersi un momento da dedicare a sé.

Anche a tavola, però, è necessario trovare il giusto equilibrio. Una donna che vuole mantenere le sue forme e che non ci tiene assolutamente ad ingrassare è tenuta a fare attenzione a tutto ciò che mangia. Da questo punto di vista, è importante imparare a mangiare più sano. Se tale regime alimentare venisse allargato al resto della famiglia tutti ne trarrebbero giovamento.

 

Il tempo libero e la crescita personale

La donna ha bisogno di un po’ di tempo libero da dedicare a ciò che più le piace. La gestione del tempo libero andrebbe concordata con la propria famiglia. Così facendo, non verrebbero a crearsi problemi logistici nella cura della casa.

Il tempo libero non va per forza dedicato alla famiglia anche se è chiaro che trovare un po’ di spazio per dedicarsi ad attività, insieme ai propri cari, che esulano dalla routine quotidiana, sarebbe un buon modo per conservare l’unità della famiglia.

La gestione ottimale di tutti questi aspetti della vita quotidiana è il passo che ogni donna dovrebbe compiere per una crescita personale completa e soddisfacente.

 

LETTURE CONSIGLIATE AD UNA DONNA CHE VUOLE ESSERE PIù FELICE.

Moda  – Risparmio – Casa – Mamma e bambini – Hobby  – Crescita Personale – Crescita spirituale – Viaggio – Shopping

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

 

Memoria, ecco i consigli per migliorarla

Memoria, ecco i consigli per migliorarla

La memoria, nel corso del tempo, potrebbe andare incontro ad un processo naturale di decadimento e, dunque, potrebbero esserci delle difficoltà nel ricordo sia di eventi lontani che vicini nel tempo.

Ecco perché diventa importante cercare di preservare lo stato di salute della nostra memoria tramite quelle tecniche e quegli esercizi nati proprio per tenere allenata la mente e per farla rendere sempre al meglio. Del resto, migliorando la memoria è probabile che l’individuo, anche con il trascorrere degli anni, conservi una buona capacità decisionale e di ragionamento logico.

 

Il ricordo attraverso le immagini

L’utilizzo di alcuni dei nostri sensi e, dunque, della sfera percettiva è una componente fondamentale nel discorso legato alla memoria ed al ricordo. Tutto ciò che osserviamo con i nostri occhi si presta maggiormente ad essere ricordato e conservato in qualche luogo della nostra memoria.

La stragrande maggioranza dei dati sulla memoria proviene dalla vista. Spesso, si sente parlare di memoria fotografica, per riferirsi proprio alla capacità delle persone di ricordare oggetti, volti umani poco conosciuti e tanti altri aspetti del mondo.

Per fare in modo che un’immagine sia facilmente ricordata è possibile creare delle immagini mentali, nel senso che possiamo far compiere agli oggetti delle rotazioni e proiettarle nello spazio, facendole diventare tridimensionali. Immagini che contengono oggetti dalle dimensioni molto più grandi o molto più piccole rispetto al solito sono più facili da ricordare.

Anche i colori possono fornire un aiuto importante negli esercizi di memoria. Sebbene la vista sia il senso principale, è importante utilizzare anche gli altri sensi perché anch’essi, se ben stimolati, potrebbero facilitare il ricordo.

 

Il ruolo delle emozioni

Quando un’immagine suscita in chi la osserva un coinvolgimento emotivo molto forte allora è più probabile che essa venga ricordata con maggiore facilità anche a distanza di tempo. Nella nostra memoria, infatti, trovano ampio spazio immagini che hanno suscitato in noi sentimenti importanti, di qualunque tipo essi siano.

Per quanto concerne la sfera emotiva, è probabile che vengano ricordate con maggiore facilità le immagini che hanno qualche collegamento con la sfera dell’umorismo e dell’assurdo. Si tratta di eventi che, di per sé, non sono normali, esulano dalla realtà quotidiana e, proprio per il fatto di rappresentare delle eccezioni, è più facile che vengano archiviati in memoria.

Allenare la memoria con la tecnica dei loci

MEMORIAUna delle tecniche maggiormente adoperate nell’ambito della memoria e del ricordo è quella dei loci. Si tratta di una mnemotecnica che vanta un passato illustre visto che fu fondata dagli oratori dell’Antica Grecia.

Questa tecnica prevede il ricorso al cosiddetto metodo delle associazioni. La nostra mente, infatti, è dotata di un’innata capacità, ovvero quella di trovare un’associazione, un punto di collegamento tra immagini o idee tra di loro differenti. E’ una sorta di associazione che nasce tra le cose che noi vogliamo ricordare e immagini di luoghi che noi conosciamo bene e che, proprio in quanto familiari, dovrebbero facilitare il ricordo.

Ancora oggi questa tecnica riscuote successo e sembra sia particolarmente utile per tutti coloro che devono esercitarsi per parlare in pubblico e che non vogliono dimenticare nulla delle nozioni e delle idee da esprimere.

Ovviamente, più l’associazione che si viene a creare è bizzarra e fantasiosa, più è facile che venga richiamata alla mente nel minor tempo possibile.

 

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

lamiafelicita.com - Intelligenza emotiva

Intelligenza emotiva: scopri i suoi benefici

 

Le emozioni condizionano non poco la nostra esistenza. C’è chi ancora oggi con forza tende a sminuire questo aspetto. Forse, il motivo di un pensiero del genere è rappresentato dal fatto che è difficile ammettere che, spesso, nelle decisioni che prendiamo, siamo un po’ tutti condizionati, forse anche inconsciamente, dallo stato emotivo in cui siamo coinvolti e in cui ci troviamo.

Per secoli, siamo stati abituati, anche a scuola, a guardare soprattutto alle teorie razionaliste. Crediamo sia anche per questo motivo che si fa fatica ad approfondire quella che è comunemente nota come intelligenza emotiva. Va anche detto che l’intelligenza emotiva, cioè la capacità di riconoscere e gestire sia le emozioni proprie che quelle altrui, è stata trattata per la prima volta solamente a partire dai primi anni Novanta.

 

L’intelligenza emotiva e l’approccio alla realtà

intelligenza emotiva - lamiafelicita.comChi è dotato di intelligenza emotiva ha un atteggiamento umile nei confronti della realtà, nel senso che tali individui si rendono conto che, spesso, le risposte e i comportamenti che mettono in gioco in determinate situazioni siano legati proprio al contesto.

Questo significa essere consapevoli che il proprio comportamento non è qualcosa di fisso e di oggettivo, valido per tutti, ma è influenzato continuamente da un numero molto alto di fattori.

Altro aspetto interessante legato a chi è dotato di intelligenza emotiva è il fatto di sentirsi responsabili dinnanzi agli eventi e alle cose. Ciò spinge le persone a non avere un atteggiamento passivo nei confronti della vita  ma a guardare sempre dentro loro stessi perché, quasi sicuramente, l’origine di un problema o di una difficoltà è da individuare nel proprio io.

 

Un modo diverso di guardare alla felicità

L’intelligenza emotiva richiede di guardare al problema della felicità e al suo potenziale raggiungimento secondo una prospettiva diversa da quella comune. Tali persone non si prefissano l’obiettivo della felicità. Di conseguenza, sono consapevoli del fatto che ogni esperienza della vita si caratterizza di aspetti positivi da un lato e aspetti negativi dall’altro.

Essi sono sicuri che chi vuole può essere felice, deve solo deciderlo ma, allo stesso tempo, non sono succubi della felicità. Inoltre, dimostrano di sapere che la felicità non dura per sempre ed è proprio in questa consapevolezza che essi trovano il cosiddetto benessere interiore. Insomma, la felicità è nella normalità, in tutto ciò che la vita propone ogni giorno.

 

L’autocontrollo e la scelta degli amici

Altri aspetti interessanti che riguardano le persone dotate di intelligenza emotiva possono essere individuati nella concezione di autocontrollo. Per essi, avere intelligenza non significa avere in qualunque momento autocontrollo. I sentimenti vanno sempre espressi, anche se è bene scegliere il momento preciso nel quale mostrarli.

Chi ha intelligenza emotiva, inoltre, dà un certo peso a un sentimento quale quello dell’amicizia. Ciò li porta a non dare la propria amicizia a chiunque ma a scegliere bene gli amici da frequentare e quelli da evitare. Del resto, la scelta di condividere gioie e dolori va ben calibrata.

Questo non significa avere un atteggiamento chiuso e diffidente verso il prossimo. Chi ha intelligenza emotiva non disdegna il dialogo col prossimo ma sa che potrà fidarsi solo di poche persone.

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

 

 

lamiafelicita.com - la meditazione e la felicità

La meditazione e la felicità spirituale

La meditazione spirituale

Nel percorso di crescita spirituale, la meditazione occupa un ruolo importantissimo; essa ci mostra la via per raggiungere la crescita vera e propria (non solo spirituale). Ci insegna come comportarci in ogni situazione della nostra vita, ci consiglia, ci conforta, ci incoraggia ad andare avanti e finalmente alimenta e fortifica il nostro spirito.

 

Cos’è la meditazione? 

La meditazione non è altro che pensare, ragionare, esaminare, riflettere e valutare  accuratamente qualcosa.

Dal dizionario:

1 considerare con profonda attenzione un oggetto, un’idea, un argomento, ecc. 2 riflettere 3 fermare a lungo e con attenzione la mente sopra un oggetto, un’idea, un argomento, ecc., per intenderli e indagarli 4 preparare nella mente qualcosa che si intende realizzare; progettare.

Che tipo di meditazione devo fare?

  •  Meditazioni online

Se vai su google e scrivi meditazione i risultati saranno infiniti e nel dubbio, probabilmente, farai due cose:

– Cliccherai su una delle prime opzioni.

– Non cliccherai su neanche una di esse.

  • Libri di meditazione

Se entri in libreria per cercare un libro che tratti tale argomento, ne troverai minimo una decina. Se sei un po’ tranquillo e “facilone”  (senza offesa) prenderai quello con la copertina più bella (non sentirti scemo perché i grafici l’hanno fatto apposta) oppure prenderai quello con il prezzo più basso. Se invece sei un tipo molto riflessivo e lento a prendere decisioni, sicuramente non prenderai nulla.

  • Ecco il grande manuale di meditazione

Il manuale di meditazione più efficace, perfetto e fatto su misura per te, probabilmente c’è l’hai a casa! Eh si, magari ce l’hai lì dimenticato, ma c’è l’hai!

 

Ecco il tuo manuale, l’hai trovato!? E’ la tua Bibbia! Magari vecchia e impolverata. Proprio quella! Sì, sì non è uno scherzo!

Ora che l’hai presa, dalle una pulitina prima che ti venga l’allergia, ok?

 bibbia- la vera meditazione

Se sei sicuro di non avere una Bibbia a casa, sotto metterò dei link dove la puoi trovare per acquistarla o semplicemente consultarla.

 

Ti indico un passo della Bibbia, dove parla molto bene della meditazione e dei suoi benefici; ci sono tanti altri testi ma questo è proprio specifico.

 

“Non trascurare mai la lettura del libro della legge (La Bibbia): meditala giorno e notte e mettila in pratica; allora riuscirai bene in ogni tuo progetto.”  Giosuè 1: 8

 

Ecco cos’è la vera meditazione, quella che ti cambia la vita in tutte le aree, ed è l’unico metodo capace di farti del bene a 360° perché raggiunge il corpo, l’anima e lo spirito. E questo nessuno lo può fare con successo. Lascia perdere tutti quelli che si presentano come il Padre Eterno! Il vero Padre Eterno lo trovi nella Bibbia.

 

Se apri ancora la tua Bibbia in Ebrei 4:12 troverai questo testo molto illuminante.

“La parola di Dio, infatti, è viva ed efficace. È più tagliente di qualunque spada a doppio taglio. Penetra a fondo, fino al punto dove si incontrano l’anima e lo spirito, fin là dove si toccano le giunture e le midolla. Conosce e giudica anche i sentimenti e i pensieri del cuore.”

Sinceramente non credo che su google o negli altri libri troverei un metodo più completo di questo. Alla fine ciò che vogliamo sono risultati concreti, giusto? Magari hai già provato un’infinità di cose, non voglio farti perdere altro tempo. Ti consiglio questo perché è sicuro, l’ho già provato e riprovato più volte in più di 20 anni.

“Il più grande dono che Dio ha fatto all’uomo è la Bibbia.” 

ABraham Lincoln

Io penso che sia inutile fare certi tipi di meditazione che non arrivano fino in fondo alla complessità del tuo essere. E’ perdere tempo e soldi! Se abbiamo detto dall’inizio che la nostra felicità si trova nel fatto che dobbiamo considerare ed equilibrare la nostra persona tridimensionale, formata da corpo, anima e spirito, e che consideriamo questo fattore così indispensabile alla nostra felicità, non credo che gli altri metodi siano più efficienti di questo che ti sto indicando…lo faccio anche ad occhi chiusi per la sicurezza che ho.

 La Bibbia e la meditazione

Perché ti ho indicato il metodo biblico? Perché come ti dicevo negli altri articoli è il Diario del Grande Creatore dell’Universo, cioè di Dio. Lì sta scritto tutto su tutto. Dall’inizio del mondo fino alla fine che avrà, dalla creazione dell’Universo fino alla creazione degli essere umani. Se ragioniamo bene, possiamo e dobbiamo considerare la Bibbia come manuale di istruzione per la nostra felicità.

 

 La Bibbia è stata scritta dagli uomini

Tu pensi che la Bibbia sia stata scritta dagli uomini?  E i libri che leggi tu e che spesso  sono contrari alla Bibbia e non ti fanno tutto il bene che promettono, da chi sono scritti???

Sinceramente non ho mai sentito dire che un animale ha scritto un libro. Quindi è logico che la Bibbia è stata scritta dagli uomini ma essi erano ispirati da Dio; questi uomini avevano il loro spirito collegato allo Spirito di Dio ed erano in grado di conoscere il cuore di Dio per poi trascrivere ciò che Lui ispirava loro. E gli uomini che scrivono i libri che leggi tu da chi sono spirati? Che propositi hanno e dove vogliono portarti?  Queste sono questioni importanti, dato che parliamo della tua felicità. Se hai già risvegliato il tuo spirito e lo hai collegato a Dio, sarà Lui stesso a confermarti ciò che hai appena letto. Quindi ti incoraggio ad andare avanti.

Scegli la meditazione che ti connette a Dio

Questo tipo di meditazione è uno dei principali modi di essere influenzati da Dio ad essere un vincente nella vita spirituale e anche in quella di tutti i giorni. Pratica questo metodo e avrai dei cambiamenti reali e concreti. Coloro che ti conoscono inizieranno a dire che ti vedono diverso in senso positivo.

E’ il produttore a conoscere a pieno i suoi prodotti

Se hai comprato un prodotto nuovo, da chi vai a chiedere il manuale?

Dal produttore! E’ una cosa logica. Quindi se vogliamo fare una meditazione che porti al successo della nostra vita fisica, emotiva e spirituale dobbiamo leggere il manuale che ci ha lasciato il nostro Creatore. Lui ci conosce di più di qualsiasi altro.  Leggi ancora un pezzo del Suo manuale. Ebrei 4:13 

E non v’è nessuna creatura che possa nascondersi davanti a lui; ma tutte le cose sono nude e scoperte davanti agli occhi di colui al quale dobbiamo render conto.”

 

Come fare questa meditazione?

Per iniziare ti bastano 15 minuti al giorno.

  • Parla con Dio. Inizia parlando con Dio tramite Gesù, chiedi a Lui di illuminarti e condurti al livello superiore di felicità riservata alla tua giornata.
  • Leggi sulla vita e opera di Gesù. Inizia con un capitolo al giorno del Vangelo di Giovanni.
  • Pensa, ragiona, esamina, rifletti, valuta accuratamente ciò che hai letto sulla Bibbia e chiedi a Gesù di farti capire come applicare tutto ciò alla tua vita in modo tale da raccogliere il beneficio di quella meditazione. Porta nel tuo cuore la meditazione quotidiana durante tutta la tua giornata. E vedrai che Dio continuerà a parlare al tuo spirito.
  • Sii costante e fallo tutti i giorni e vedrai che nella tua vita inizieranno a succedere delle cose incredibili! Avrai la mente più lucida e lo spirito più forte per vincere le sfide della vita. E allora la tua felicità sarà una conseguenza certa.

Letture consigliate: Vangelo di Giovanni.  

Dai, inizia subito. E poi scrivimi, d’accordo?

 

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

 

Impara a mangiare. Tu non sei la pattumiera dell’umido!

Tu sei un essere vivente che hai bisogno di essere nutrito di alimenti altrettanto vivi perché il tuo organismo produca più vitalità e salute.

Continua a leggere

 Tu sei un essere immortale!

Lo spirito

E’ la parte più importante perché durerà per sempre, non morirà mai!!! Questa sì che è una bella notizia, dato che la maggior parte delle persone hanno paura solo al pensiero della morte.

Mi spiace ma c’è anche una brutta notizia… Il nostro corpo fisico è destinato a morire (non mi piace dare le brutte notizie ma questa non è una novità quindi andiamo avanti).  Un giorno il nostro cuore smetterà di battere, il nostro cervello non controllerà più le nostre funzioni vitali e la nostra persona (anima) sarà separata dal nostro corpo che seguirà il normale processo di deterioramento: questa è la morte fisica, la conosciamo tutti.

E al mio spirito cosa succederà?

Se ti ho detto che la tua persona si staccherà dal tuo corpo che sarà distrutto, vuol dire che rimarranno altre due parti: la nostra anima (la nostra personalità) e il nostro spirito (il lascia-passare per entrare nel mondo spirituale).

Voglio dire, per i miei amici e parenti sarò morta perché non mi vedranno più, anzi vedranno dove è stato deposto il mio corpo, ma in realtà io sarò viva in un altro posto. Non la trovi una cosa bellissima?? Io sì!

Allora dopo che lascerò questo mondo dove andrò?

La verità è che della tua immortalità dovrai decidere proprio tu, fin quando starai in questo mondo.

Nessuno te l’ha detto questo? Strano!

Va bene, allora te lo dico io.

Roberto Benigni

Roberto Benigni

 “Nella Bibbia l’autore del libro è anche l’autore dei lettori.”

Secondo la Bibbia, il diario del grande creatore dell’Universo, esistono solo due posti dove potrà soggiornare il nostro spirito:

* In paradiso:  Il tuo spirito ritornerà  a Colui che l’ha creato e questa è la cosa più meravigliosa che possa succedere nella vita di una persona.

* Inferno: Il tuo spirito andrà in un posto di sofferenza continua dove il tuo creatore non ha mai desiderato che tu andassi a finire, ma come dicevo prima… è tua la scelta.

Se è la prima volta che senti parlare di queste cose non spaventarti, anzi, fai delle domande. Ogni argomento può essere  approfondito. Qui si tratta della tua Felicità eterna, non stiamo giocando!

Accendi la tua lampadina spirituale

LAMPADINA ACESSA

Torniamo al discorso della lampadina. Tu devi connetterti con uno spirito superiore al tuo. Questo spirito l’ho conosciuto personalmente e ha risvegliato il mio spirito per davvero. Solo così io e milioni di persone in tutto il mondo abbiamo avuto chiarezza, indicazioni precise su quale strada intraprendere in questa vita e soprattutto in quella successiva, dove il nostro spirito vivrà per sempre. Non a caso uno dei nomi di questo spirito è Padre delle Luci. Questo nome ti dice qualcosa?

Si parla tanto di Lui, spesso in un modo mistico e poco pratico e la cosa non mi piace. Perché il misticismo è un sacco pieno di regole che non hanno risvegliato il mio spirito, anzi mi schiacciavano e vedo che lo stesso succede ancora a tantissime persone in tutto il mondo. Adesso che siamo amici, non desidero questa brutta sorte proprio per te (veramente non la desidero per nessuno!).

 

 EccoLo, te Lo presento volentieri 

Prima di tutto, ti presento questa persona meravigliosa,   questo mio amico carissimo e compagno di viaggio, Lui si chiama Gesù Cristo. Attenzione! Se hai sentito parlare di Lui, se hai sentito magari anche delle cose brutte oppure partecipi ad una religione dove parlano di Lui ma non senti che il tuo spirito sia vivo, cancella tutto quello che hai sentito e ripartiamo da capo! Può essere che le persone che hai sentito parlare di Lui non Lo conoscevano veramente (non hanno fatto una esperienza reale e personale con Lui), ma io sì. Quindi ti chiedo l’opportunità di condividere con te  tante cose belle che Lui ha fatto per me e la persona bellissima che Lui è. Ad esempio, conosco tante persone che soffrono di solitudine ma io no, perché Lui è sempre con me per davvero. Sia chiaro: non ti sto facendo discorsi da manicomio! J Tramite il nostro spirito accediamo al mondo invisibile agli occhi umani ma molto visibile spiritualmente. Quindi per certo possiamo comunicare tranquillamente con Dio, tramite il suo figlio Gesù. Questo non è meraviglioso!? Quando avrai questa bellissima esperienza, mi dirai di sì 😉

Avvicinati a Lui adesso!

INCONTRO gesù

Avvicinati a Lui e vedrai che Lui ti abbraccerà. E quando inizierai a sentirLo affianco a te vuol dire che il tuo spirito si sta risvegliando. Poi il tuo spirito inizierà a sentire la Sua Voce e anche a parlare con Lui. Ti garantisco che è una esperienza straordinaria! E’ un piccolo assaggio della bellezza che proveremo nella vita successiva.

 

Fai così:

  1. Ferma tutto quello che stai facendo adesso.

Vai in un posto tranquillo, anche in bagno (se è quello il posto che hai a disposizione). Se non trovi un posto, entra nella tua tranquillità interiore e concentrati su Gesù, pensa solo a Lui. Non sentirti scemo, stai per svegliare il tuo spirito. E’ una cosa strana sì, perché non l’hai mai fatta, ma andiamo avanti.

  1. Parla con Lui.

padre e figlio parlando

ParlaGli della tua vita, delle tue ansie, paure, dei tuoi problemi…

ChiediGli scusa per i tuoi sbagli, soprattutto quello di averLo lasciato lontano dalla tua vita.

InvitaLo, con fede, a venire ad abitare nel tuo cuore, risvegliare il tuo spirito e guidare la tua vita. Lui non vede l’ora di sentirtelo dire e accettare il tuo invito.

Chiedi di poterLo sentire più vicino a te, di darti un segno che Lui è lì che ti ascolta.

Se ti verrà da piangere, piangi pure, è un’emozione veramente grande, unica e speciale. E il pianto spesso ti aiuta a buttare via qualcosa che ti fa del male.

– Ecco, se hai fatto tutto hai vissuto l’esperienza più bella della tua vita e hai fatto rinascere il tuo spirito. Complimenti: stai iniziando una vita nuova!

– Scrivimi e raccontami cosa ti è successo. Sarò molto felice per te 😉

  1. ConosciLo meglio!

BIBBIA E CAFFè

Conosci la Sua vita, la Sua personalità, quello che Lui ha fatto per te, quello che farà ancora e soprattutto il futuro eterno che ha preparato per il tuo spirito. Ti consiglio la lettura del vangelo di San Giovanni, ti “innamorerai” di Gesù.

Ricordati che hai fatto rinascere il tuo spirito, ma esso deve crescere. Niente paura, lo faremo insieme. Ti consiglio vivamente di leggere la Bibbia cristiana (magari ne una a casa da qualche parte).

E’ la Bibbia che ti darà tutte le risposte, perché essa è il Diario del Creatore dell’Universo e Lui ha creato anche te. Quindi vai alla fonte, leggila, studiala e sarai sorpreso di ciò che succederà al tuo spirito. Scoprirai le tue vere origini, lo scopo della tua vita e il tuo destino eterno.

Potrò consigliarti anche altri libri che insieme alla Bibbia potranno aiutarti davvero tanto, ok?

Condivide questo post con i tuoi amici, magari senza renderti conto farai loro un bene incredibile!

Autostima

L’autostima è il sentimento di fiducia in sé stessi che ci guida nelle nostre azioni durante tutta la vita. Da quando nasciamo fino al giorno della nostra morte ci evolviamo sia a livello emotivo, sia a livello comportamentale. Se ad un certo punto inizi ad arrenderti al pensiero negativo, a lungo andare potresti cadere nel tunnel dei problemi di autostima.

La bassa autostima 

I'm okA tutti sarà capitato prima o poi di volersi solamente fare da parte al posto di affrontare e risolvere i problemi. Tutti avranno provato quel odioso sentimento di inadeguatezza quando non si ottengono i risultati sperati o ancora molti di noi avranno provato paura di fallire nell’affrontare le situazioni che ci si propongono giorno dopo giorno.

Questi sentimenti e comportamenti denotano un problema di bassa autostima o comunque una momentanea sfiducia in sé stessi.

Ci sono diverse cause per questi problemi di autostima, che possono essere molteplici e vanno dalla nostra reazione ai problemi fino ad arrivare alle esperienze pregresse.

Le maggiori sono sicuramente:

-Aspettative troppo alte da parte dei genitori

-Distacco dai genitori

-Una perdita/un trauma importante durante l’infanzia

-Attitudine al sottovalutarsi

Come è facile notare la maggior parte di queste cause affonda le proprie radici nel profondo dell’individuo e nasce già dall’infanzia. Dal momento che, come ti dicevo prima questi problemi sono legati al passato, puoi accantonarli o affrontarli per risolvere gran parte i tuoi problemi di fiducia.

Come risolvere i problemi causati dalla bassa autostima 

insicurezza

Per risolvere queste situazioni ci sono alcuni accorgimenti che puoi applicare:

  • Analizza le situazioni

Spesso capita di fasciarci la testa ancora prima di romperla! Pensa attentamente a quello che ti sta accadendo attorno e prima di sentirti rifiutato o impaurito chiediti se le cose stanno davvero andando come pensi o se te lo stai solo immaginando. Spesso questi problemi nascono da incomprensioni.

  • Cambia la tua visione di te stesso

Se non ti senti all’altezza di una situazione è perché la tua idea di te stesso non è all’altezza della situazione, non necessariamente tu. È necessario che tu ti chieda “come posso migliorare la mia idea di me stesso oggi?” una volta che ti sentirai bene con te stesso sarà più facile applicare questa regola aurea a tutte le relazioni umane con domande tipo: “come posso migliorare l’idea che hanno i miei cari di me?” oppure “come posso migliorare l’idea che hanno i miei conoscenti di me?”.

  • Cambia i tuoi approcci alle cose

Come dicevo prima spesso capita di chiudersi come reazione alle cose. Non c’è nulla di più sbagliato, se vedi che questa situazione si ripete troppo spesso, è necessario che tu ti sforzi a cambiarla! Una volta riuscito ad immaginarti un te stesso più sicuro sarà facile fare dei piccoli sforzi per oltrepassare le barriere che altrimenti ti avrebbero fermato. Un piccolo consiglio nell’approcciarci con le persone è quello di ascoltare. Se ascolti quello che l’altra parte ti dice, riuscirai a capirlo/a meglio e dunque ad interfacciartici senza problemi.

Conclusione 

Detto questo, so che non ti sarà facile migliorare di punto in bianco e non dovresti nemmeno provare a farlo, potrebbe risultare dannoso. Quello che puoi fare invece è fare piccoli passi ogni giorno verso un te stesso migliore sfruttando tutti i consigli che ti ho dato fino ad ora. Potrà non essere facile ma vedrai che con un po’ di impegno e costanza riuscirai ad ottenere i risultati sperati.

Tutto sommato quello che devi fare è abbandonare le tue abitudini che ti portavano a stare in disparte, per farlo un utile consiglio è: atteggiati come se non avessi paura.

Semplicemente sorridi e mostrati sicuro, anche se all’inizio potresti dover fingere, presto ti accorgerai che entrerà nel tuo modo di fare e riuscirai meglio ad apprezzarti e ad essere apprezzato.

In fine posso dirti solo un’ultima cosa, fissa degli obiettivi e seguili! Qualunque cosa ti stia ostacolando non è veramente dalla tua parte e nel limite del possibile dovresti provare ad evitarla, persone o faccende che siano.

Condividi questo post, può rendere felice qualcuno ?

Alimentazione e felicità, i consigli pratici!

Seguire le regole dettate dalla natura, queste ci rendono sani e inevitabilmente più felici.
Continua a leggere