L’antistaminico giusto, per essere felice anche in primavera

Facebookgoogle_plusmail

L'antistaminico per essere felice anche in primavera

Chi soffre di allergia si ritrova sempre alla ricerca dell’antistaminico migliore.

Spesso questa ricerca non è facile in quanto gli antistaminici sono farmaci, che ti possono dare un sollievo e ugualmente possibili effetti collaterali, anche importanti.

In questo articolo tratteremo le allergie di tipo H1, cioè quelle che coinvolgono I recettori H1 si trovano soprattutto a livello della cute e dei bronchi. Quindi parleremo delle allergie in cui gli allergeni entrano a contatto con l’organismo soprattutto attraverso l’aria respirata. 

L’allergia condiziona tantissimo la vita di chi la soffre, in quanto essa provoca:

  • Naso che cola e congestione nasale;
  • Prurito agli occhi o occhi che lacrimano;
  • Starnuti;
  • Tosse;
  • Prurito al naso, sul palato o in gola;
  • Pressione al petto e dolore facciale;
  • Gonfiore, occhiaie bluastre (occhiaie allergiche);
  • Diminuzione del senso del gusto o dell’odorato;
  • Insonnia;
  • Affaticamento;
  • Irritabilità.

Tanti non conoscono i sintomi dell’allergia e cercano di curarla come fosse un semplice raffreddore, invece davanti a questi sintomi è molto importante capire da subito se si soffre di qualche tipo di allergia per poter curarla nel modo migliore. Solamente le persone afflitte da questo male possono sapere veramente cosa rappresenta questa condizione, soprattutto quando essa viene ripetuta più volte all’anno.

L’antistaminico migliore

L’antistaminico migliore non è uno ma sono vari e tutti loro hanno qualcosa in comune, ci sono stati regalati dalla natura, costano poco e migliorano la nostra salute complessivamente.

Gli antistaminici naturali sono alimenti ottimi per contrastare e prevenire i sintomi delle allergie, soprattutto quelle stagionali. Questi rimedi naturali sono ideali per contenere la liberazione di istamina da parte del nostro organismo. 

Questa proteina chiamata istamina viene prodotta nel momento in cui il corpo si trova a contatto con un allergene: i pollini;gli acari da polvere;la saliva del gatto; la pelle, pelo e saliva del cane; la muffa e gli scarafaggi. Questo contatto provoca le reazioni allergiche sopra citate.

Gli alimenti che possono sostituire il farmaco antistaminico sono:

  • Acqua in abbondanza – in quanto questa aumenta l’efficienza del sistema immunitario;
  • Bevande o integratori alimentari che contengono Lactobacillus Casei, in quanto aiutano l’organismo a difendersi dalle allergie;
  • Bevande o integratori alimentari che contengono i Lactobacillus paracasei che sono studiati come “immunostimolante”;
  • Alimenti ricchi di Vitamina C;
  • Erbe aromatiche ed officinali;
  • Ribes Negrum;
  • Alimenti ricchi di flavonoidi; rappresentano degli antistaminici naturali che aiutano l’organismo a prevenire il rilascio di istamina e di altri composti che possono provocare infiammazioni ed allergie grazie alla presenza di quercitina. Le fonti di quercitina sono gli agrumi, le cipolle, le mele, il prezzemolo, i pomodori, i broccoli, i legumi e la lattuga.
  • Il tè verde;
  • La nigella;
  • Uova di coturna (uova di quaglia) in capsule. Puoi trovarli su internet e in erboristeria. Sono davvero efficaci e possono essere assunti anche in gravidanza.
  • L’aceto di mele.

Cerca di arricchire la tua alimentazione con gli alimenti sopracitati, magari all’inizio ti servirà comunque un farmaco antistaminico ma in quantità ridotta, fino ad arrivare al punto di non averne più bisogno.

Anche in questo caso consiglio la prudenza di indagare sulle loro proprietà benefiche e possibili contro indicazioni di questi alimenti e erbe se si vuole utilizzarle con funzione e in quantità terapeutiche.

Fatti seguire da un erborista di fiducia per ottenere migliori risultati in salute e benessere.

L’importante è che tu riesca comunque ad essere felice di primavera, magari frequentando posti all’aperto (forse sono posti che hai sempre ricercato ma che evitavi dati i fastidiosissimi problemi legati alle allergie). Valutando l’aiuto degli antistaminici naturali è possibile diminuire pian piano l’utilizzo dei farmaci che spesso si rivelano dannosi alla salute.

 

Facebookgoogle_plusmail
1 commento
  1. Giuseppina
    Giuseppina dice:

    10 lode per questo articolo. Davvero vincente.
    9 anni fa quando non ne potevo più delle più svariate allergie… allergie alla polvere, all’odore della sigaretta, al cloro dell’acqua della piscina, e non nomino l’allergia alle piante e Fiore e le allergie alimentari e i profume del mio ragazzo.
    Infine grazie alle queste allergie la mia vita era molto triste. Mi ero privata dei migliori anni della mia vita. Sono arrivata al punto di prendere 1 conf. Di antistaminici al mese oltre al vacino 2 volte alla settimana. Ero una 20enne che non potevo vivere come tale.
    Quindi come ultima spiaggia mi sono lasciata guidare di una brava erboristeria e questa azione ha cambiato per sempre la mia vita. Non più vacini. Prendo solo 1 conf. Di antistaminico all’anno anziché 1 al mese. Sono tornata a fare sport all’aperto e anche il nuoto. I profumi non mi infastidiscono come prima. Ho una vita normale.
    Naturalmente non è magia è cambiamento di vita ed ora mi sento davvero felice.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *