Ridere, ridere, ridere… Che senso ha?

Facebookgoogle_plusmail

Scopri i benefici della felicità.

“Un cuore allegro è una buona medicina”

 Prov. 17:22

Ridi che ti passa!

La felicità è una delle chiavi per beneficiare di una vita durevole e carica di soddisfazioni. Ricerche dimostrano che le persone felici hanno meno problemi di salute. Inoltre, le persone felici hanno una soglia del dolore più alta rispetto a coloro che sono tristi.

Quando ridi nel tuo cervello vengono rilasciate delle potentissime sostanze chimiche chiamate endorfine, esse innescano una sensazione di benessere in tutto il corpo e alleviano il dolore.

La ricerca di Norman Cousins presso il Dipartamento di Medicina Comportamentale dell’UCLA Medical School, dimostrò in maniera definitiva che ridere, essere felici e gioiosi sono dei veri e propri antidoti contro lo stress.

Una risata di cuore ti può aiutare a:

  • Ridurre lo stress
  • Abbassare la pressione
  • Sollevare l’umore
  • Rafforzare il sistema immunitario
  • Migliorare le funzioni cerebrali
  • Proteggere il cuore
  • Connetterti con gli altri
  • Favorire il rilassamento immediato
  • Sentirti bene

Ecco come sono le persone felici

  • Ricordati di sorridere!

    Ricordati di sorridere!

    Sono più efficaci nel mettere a frutto la loro intelligenza.

  • Si relazionano meglio con loro stessi e con gli altri.
  • Hanno la tendenza ad essere più gentili con gli altri.
  • Hanno più facilità ad esprimere empatìa.
  • Gli studenti felici, rendono meglio negli studi.
  • Hanno più amici e rapporti sociali migliori rispetto a coloro che sono infelici.
  • Hanno più speranza e forza per affrontare le difficoltà della vita.

Io non sono scemo da ridere anche quando ho un problema!

Non so tu ma io spesso sento commenti del tipo:

– Sorridere non risolve il mio problema!

– Cosa vuoi che faccia? Hai visto il mio problema, l’hai misurato? Non ho nessun motivo per gioire!

– Io devo risolvere questo problema e magari dopo potrò ridere come uno scemo!

– Ecc, ecc… Possiamo andare verso l’infinito.

Facciamo insieme un ragionamento

Osserva te stesso oppure qualcuno che conosci che dice spesso le frasi sopra citate. Secondo te il fatto di essere tristi, depressi, lamentoni e a volta anche scontrosi ti ha aiutato in qualcosa? Questo modo di fare ha mai aiutato qualcuno a risolvere i problemi della vita, restando felici e in salute? Dillo sinceramente, nessuno ti sentirà.

Non è forse vero che questa abitudine così diffusa ti porta ulteriori problemi e anche un pacchetto di malessere fisico? Io credo che le cose stanno proprio così come ti dico,  perché anch’io io ci sono passata e vedo che tanti si trovano ancora nella stessa situazione.

Presta bene attenzione

Se questo modo di fare è negativo e ti porta ulteriori problemi, anziché risolvere quelli esistenti, allora perché continuare a vivere così? Perché non cambiare modo di fare per ottenere risultati migliori? Cosa ti costa?

Per quello che mi riguarda cerco di tenermi ben stretta la gioia. E vedo tantissimi benefici che essa mi porta nel fisico e nelle emozioni. E quando ho un problema cosa faccio? Cerco di risolverlo con la gioia, lo analizzo e considero bene la situazione, cercando gli strumenti giusti per gestirlo del modo più adeguato. Così facendo posso garantirti che la gioia è un fortissima alleato. Essa mi dà forza!

Ecco il consiglio finale

Il dottore Don Colbert nel suo libro I sette pilastri della salute, scrive così:

“Ti incoraggio a rendere la felicità un’abitudine, invece di avere l’abitudine di preoccuparti. La tua felicità non è alla mercé delle persone che ti circondano, né delle circostanze e degli eventi della vita. Un cuore allegro è la tua migliore arma contro lo stress. Per ulteriori informazioni su quest’argomento fare riferimento al mio libro Deadly Emotions.”

Condividi questo post, può rendere felice qualcuno 😉

 

 

Facebookgoogle_plusmail
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *